continua... Commenti disabilitati su …non si parte mai quando si parte

Mi sedetti di nuovo sul divano. Cercai di concentrarmi sulla partita, ma con la coda dell’occhio vedevo che lo sconosciuto era ancora lì. Sorrideva soddisfatto e ogni tanto si chinava verso Matteo, dicendogli qualcosa all’orecchio. Non sentivo cosa dicesse e …

continua... Commenti disabilitati su Leone | Seconda parte

continua... Commenti disabilitati su Residui di una vita sfiorita #2

continua... Commenti disabilitati su Acid San Lorenzo #1

Mia nonna quando ero bambino mi cantava una filastrocca che aveva il dono prodigioso di farmi addormentare all’istante: Custu est su porcu, custu dd’ha mottu, custu d’adi abruschiau, custu si dd’at papau, e  custu a nau

continua... Commenti disabilitati su Janas | Prima parte

continua... Commenti disabilitati su No Biomechs, No Future. Una biografia: Motor Chicken

Laggiù, nel semicerchio accovacciato, un ragazzo con la faccia tubercolotica imbraccia una chitarra come un’arma, tra piccoli dèi morti in attesa di un segnale, recita una preghiera o una formula per farsi forza. Non può mollare adesso. Scrolla le membra …

continua... Commenti disabilitati su Mattia, Michele, condòmini e falò /a/

continua... Commenti disabilitati su Per certi viaggi…

La prima volta che ne vidi uno, non ci feci nemmeno caso. Ero a una festa, troppo ubriaco e troppo triste (le due cose erano collegate, ma non voglio divagare) per accorgermi che c’era qualcosa che non andava. La seconda …

Ci sono giorni in cui questi tre anni sembrano solo uno schiocco di dita. Tra quel brindisi a mezzanotte con la Peroni e questo giugno che sta iniziando sono passate tantissime parole, foto, illustrazioni, storie.

E discorsi interminabili, merende ad …

L’ho rivista in foto con quella sua espressione che non capivi se sorrideva o cercava di stare seria, e le veniva una smorfia tra il ridicolo e l’impacciato. Aveva i capelli così ben pettinati che non ce n’era uno fuori …

continua... Commenti disabilitati su Di queste vite | Mia nonna

continua... Commenti disabilitati su Natural/Supernatural: Horizons

“…Andò a sedersi in un angolo tra due case […]; teneva le gambette rannicchiate, ma sentiva ancor più freddo, e a casa non osava tornare perché non aveva venduto neppure un fiammifero, non aveva guadagnato un soldo, suo padre l’avrebbe

continua... Commenti disabilitati su Tutte le cose sono colme dell’anima mia – 4

La mia pancia si stava gonfiando e la diarrea mescolava all’interno delle viscere le cotolette e il salame che avevo mangiato la sera precedente, pestando e tritando e rendendo il cibo una poltiglia di frattaglie densa e scura. Era il …

continua... Commenti disabilitati su Il Sacerdote | Quarta parte

continua... Commenti disabilitati su L’attente 4

Rosella

La mia gonna nera fasciante, il maglione e i collant erano sulla sedia imbottita della mia camera da letto e io li guardavo nell’ombra di quella sera. Tra poco sarei stata la regina dei sughi pronti e delle insalate …

continua... Commenti disabilitati su Nuovo studio | Quarta parte

Lo trovarono riverso sopra ad una panchina, con il sorriso dipinto in faccia. Doveva aver visto tutto, e tutto doveva aver compreso, se sorrideva a quel modo. Era il matto del paese, “il Comandante”. Camminata marziale con portamento gentile. Mozzicone …

continua... Commenti disabilitati su Di queste vite | Il Comandante

continua... Commenti disabilitati su Natural/Supernatural: Superdaddy