Categorie Autori

Autore: Valentina AversanoPagina 1 di 3

Comunicatrice, ha vinto un contest per creativi e ha lavorato nella factory torinese Egg2.0. Ha fatto l’attrice, la regista, l’ufficio stampa e la redattrice. Si occupa di web content management e legge tantissimo, ovunque.

Una mattina si è svegliata ed è nato SettePerUno.

A volte ritornano (o quasi)

Da marzo 2009 a giugno 2012 SettePerUno ha pubblicato un autore al giorno: fotografi, scrittori/blogger, illustratori (e a volte anche videomaker) pescati online e chiamati a raccontare una storia inedita.

Con SettePerUno sono nate un sacco di cose, molte fortunate …

(Finalmente) L’antologia di SettePerUno

Eccola, finalmente.

L’antologia che spero porterete in spiaggia o in treno o nel vostro posto preferito. Undici racconti (più una bonus track) che spero divorerete e apprezzerete tanto quanto li abbiamo amati noi.

Grazie a LibrInnovando per averci dato l’occasione …

#41 Me and You and Everyone We Know

Quest’estate è un po’ diversa dalle altre perché tra qualche giorno compio trent’anni.

Solo a dirlo, trent’anni, sembra una cosa serissima e un po’ paralizzante. È da un po’ che penso a come sto per arrivare a questi trenta, …

#40 Sogno di una notte di quasi estate

Ci sono giorni in cui questi tre anni sembrano solo uno schiocco di dita. Tra quel brindisi a mezzanotte con la Peroni e questo giugno che sta iniziando sono passate tantissime parole, foto, illustrazioni, storie.

E discorsi interminabili, merende ad …

#38 Cose da primavera

C’è quest’aria friccicarella che scompiglia i pensieri e distrae. C’è il basilico da piantare, il cambio stagione da fare, il primo gelato da celebrare in una giornata di sole.

Dalla primavera io mi aspetto sempre una rivoluzione, un po’ come …

#37 Buon compleanno, figlio mio

Tre anni fa c’erano queste chiacchiere senza senso che poi sono diventate scarabocchi e poi si sono trasformate in questo posto che per me è una scatola in cui infilare una mano ad occhi chiusi e pescare qualcosa di bello …

Il principio dell’amore

Succede con certi libri di sapere di volerli leggere, magari da tempo, e nonostante questo non farlo mai. Sfiorarli sullo scaffale in libreria, ma non comprarli. Aspettare il momento giusto, l’urgenza di immergersi in quella storia e in nessun altra. …

#36 Sfigato a chi?

C’è questa cosa che ce ne stiamo dietro i nostri schermi retroilluminati a digitare frettolosamente parole dopo parole. C’è che quando siamo in giro, magari a cena con altra gente, la mano corre ai nostri telefoni molto intelligenti per controllare …

Giulia 1300 e altri miracoli

C’è questo libro che prima di arrivare su queste pagine ha già fatto un lungo giro. Quando ho finito di leggerlo mi ha lasciato un sorriso così, uno di quelli che non passano inosservati perché sembrano quasi una paresi. …

L’inconfondibile tristezza della torta al limone

La mattina che ho saputo dell’uscita del nuovo libro di Aimee Bender mi sono sentita improvvisamente euforica. Ho aspettato con ansia L’inconfondibile tristezza della torta al limone, ma non l’ho comprato subito. Ho voluto prolungare ancora un po’ l’attesa …

#34 L’editoria è un mostro dagli occhi verdi

Immaginiamo di essere tutti in una stanza, una stanza grandissima. Ad un certo punto, tracciamo delle linee sul pavimento e dividiamo lo spazio in tre sezioni. Da una parte mettiamo tutti quelli che leggono le recensioni dei libri solo sui …

#Librinnovando: diario sentimentale di un’inviata con i tacchi

Ansia, quanta ansia. Eppure non sono una relatrice, mi dico.

Parto per Milano con Tutti i racconti di Flannery O’Connor e una sensazione che mi stringe lo stomaco a metà strada tra l’euforia per la gita di classe e …

#33 Mi ricordo, sì, mi ricordo

Ce le ho tutte nelle dita, le parole. Un formicolio continuo.

Me le tengo nelle dita e nella testa, le parole. A volte si intravedono quando sorrido da sola. Poi, basta.

Nel frattempo, guardo le facce della gente le case …

#32 E ‘l naufragar m’è dolce in questo mal di libri

Tu chiamalo, se vuoi, Mal di libri.

Il brivido che ti prende allo stomaco davanti a una libreria piena di storie da scoprire. La vertigine che ti assale alla settecentesima pagina della correzione di bozze. Il rivolo di sudore …

Denti guasti

Denti guasti è stato per me un libro di cerchi che si chiudono. Chi mi conosce sa che non leggo mai le quarte di copertina per intero, solo il primo rigo, e voglio sapere il meno possibile sull’autore prima di …

#31 Respiro

Settembre, finalmente sei arrivato. C’è chi ti ha aspettato boccheggiando, chi ha fatto il conto alla rovescia, chi ti ha invocato di notte insieme alle foglie cadute e alle giacche di velluto. Il mio settembre arriva già a fine agosto …

#30 La musica solo per noi suonerà

Arriva un momento in cui bisogna staccare il cervello, mettersi in pausa. Indossare un paio di scarpe comode, uscire e camminare. Muoversi, andare. Scegliere una musica per farsi accompagnare, scattare foto ma solo nella testa, ondeggiare al ritmo del proprio …

Valentina

Mi piace cantare davanti allo specchio con la spazzola in mano. Mi piace fare il playback in macchina stringendo una bottiglia di plastica. Mi piace saltellare come una cretina, fare finta di avere diciannove anni, storpiare le parole delle canzoni. …

Cartoline dall’estate zeronove

#29 Ghiaccioli, aria condizionata e tante angurie

Questo caldo che scioglie i pensieri, questo caldo che fa evaporare tutto, inchiodandoti alla puzza di ascelle, di cibo che va a male, di strade sporche. Socchiudere gli occhi, girarsi dall’altra parte, lasciare le dita a intorpidirsi stringendo una bottiglia …