Sì svegliò ancora una volta. Non lo aveva dato per scontato, né era del tutto certo di esserne contento: sentiva le sue membra esprimere la volontà di staccarsi da lui e andare ognuna per la propria strada. Era certamente il …

continua... Commenti disabilitati su La guerra che non ho fatto. Frammenti #4

Era sorpreso di vedere quanta tranquillità c’era in paese. Di certo non si aspettava i carri armati, ma nemmeno le vecchine tutte intente a innaffiare i fiori. Si avvicinò al cancello di casa guardandosi attorno: cercava sua figlia, ma non …

continua... Commenti disabilitati su La guerra che non ho fatto. Frammenti #3

Un ragazzo saltò fuori dal nulla e si mise a correre con tanta foga che Luigi per un attimo ne restò ammaliato. Gli ricordò quel giorno allo stadio, con suo padre, quando vide per la prima volta Giuseppe Meazza danzare …

continua... Commenti disabilitati su La guerra che non ho fatto. Frammenti #2

Aveva sempre avuto una strana fascinazione per i treni. In particolare gliene piaceva l’odore. Non che l’avesse annusato spesso, anzi: quello sarebbe sicuramente stato il viaggio più lungo della sua vita. Oltre il finestrino immancabilmente sporco, il cielo era limpido …

continua... Commenti disabilitati su La guerra che non ho fatto. Frammenti #1