Sub Urb Art: Arte Urbana in Subbuglio A Torino, in via Foggia 28, nel cuore del quartiere Aurora, ben 1500 mq di spazio dismesso, anziché essere lasciati senza scrupolo a un destino inconsolabile di deterioramento e abbandono, compongono adesso uno …

continua... Commenti disabilitati su Cartoline da via Foggia 28

continua... Commenti disabilitati su Cartoline dal concerto più bello del mondo

Ingredienti:

200 gr di ricotta

5 cucchiai di zucchero

due uova

100 gr di farina

una bustina di vaniglia

zucchero a velo

cannella

Musica: Cut Copy – Time Stands Still

Quando? Almeno una volta al mese, per tutto l’anno. (Ok, …

continua... Commenti disabilitati su Frittelle dolci tutto l’anno

Amore platonico, comprensibilmente unilaterale e senza via d’uscita.

Da quando ho scoperto Ken Garduno, non posso più farne a meno.

Dipendo letteralmente dai suoi disegni, quasi quanto dipendo dalla nicotina.

Seguo il suo blog, il suo flickr, …

continua... Commenti disabilitati su Lui è Ken e io vorrei essere Barbie

È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato

ma anche il sogno più inatteso è un rebus

che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio, una paura.

Le città come i sogni sono costruite di desideri e

continua... Commenti disabilitati su Geometrie troppo private per non volare

I’m an alligator,

I’m a mama-papa coming for you,

I’m the space invader,

I’ll be a rock ‘n’ rolling bitch for you.

David Bowie, Moonage Daydream

Se vi piacciono i giocattoli e cercate un esempio a cui ispirarvi per elaborare …

continua... Commenti disabilitati su Will You Be My Valentine, Chairman Mao?

• un libro: Il vangelo secondo Biff. Amico di infanzia di Gesù, Christopher Moore (2008).

Altro che gnostici, apocrifi e sinottici. Grazie a Biff, Gesù diventa ironico.

• un film: Happy Together, Wong Kar-Wai (1997).

Quel tango apasionado alla …

continua... Commenti disabilitati su Consigli setteperunici: Roberta

Quando ho fatto domanda per partecipare alla performance di Teresa Margolles al Museo MADRE di Napoli, non sapevo assolutamente cosa mi aspettasse. Ho pensato subito a Spencer Tunick, non so perché.

Dopo qualche giorno però, la mia associazione …

I have always wanted to be just a pair of eyes,

walking through the world unseen,

only to be able to see others.

Unfortunately one was seen…

Espressionista, simbolista, cubista.

Pittrice, illustratrice, scultrice.

Cuspide scorpione-sagittario, sensibile e tagliente al punto …

continua... Commenti disabilitati su Otto litografie saffiche

Un po’ di tempo fa, mi son ritrovata alla stazione di Torino nei pressi di un certo binario a cercare sotto la pioggia e con fare non sospetto un regalo “appiccicato” sotto una panchina.

Era una compilation con canzoni, dialoghi …

Fare arte non è una terapia, è un atto di sopravvivenza.

Una garanzia di salute mentale.

La certezza che non ti farai del male e che non ucciderai qualcuno.

Fino ad ora, ho sempre avuto la fortuna di avere buoni …

«Disegna una nuova mappa, una mappa del mondo tutta tua.

La mappa del tuo mondo. Non voglio che accetti il mondo così com’è.

Voglio che te lo inventi. Voglio che tu abbia questa capacità.

Di creare la tua realtà. Le …

continua... Commenti disabilitati su Aiutami a bucare la notte (cit.)

Ron Mueck è uno di quegli artisti di cui avrei voluto avere l’esclusiva assoluta della scoperta, anche senza poterlo gridare al mondo pubblicamente, anche solo di sfuggita, anche nella veste della fioraia sotto casa.

Australiano di origini tedesche e residente …

continua... Commenti disabilitati su Esseri umani

Se vi piace spiare e volete sperimentare cosa si prova a sentirsi un dio poco onnipotente per un po’, allora Thomas Doyle potrebbe fare al caso vostro.

Il noto artista americano dei diorama vi permetterà di entrare nell’intimità di una …

continua... Commenti disabilitati su Piccole donne e piccoli uomini non crescono (Parte II)

C’è chi è seduto su una sigaretta e chi su un anello di fidanzamento.

C’è chi uccide una mosca, chi galleggia in una pozzanghera e chi si vende per pochi spiccioli.

C’è chi come me li ha visti la prima …

Kit: colori ad olio, vernici spray, tavole di legno e soprattutto floppy disk, VHS e supporti vari ed eventualmente dimenticati.

Chi: Nick Gentry, artista londinese.

Quando: lui lo fa da un po’, io l’ho scoperto per caso durante un pomeriggio …

continua... Commenti disabilitati su C’era una volta il floppy disk