Filomena aprì il sacchetto con terrore. Clelia colse la sua incertezza e ne rise, appoggiata alla cornice della porta. Poi si avvicinò e con le mani bianche ossute da cadavere sciolse il nodo di plastica e ne rovesciò il contenuto …

continua... Commenti disabilitati su Maruzze IV

Clelia continuava a portare a casa animali morti: prima l’agnello, poi altri pesci presi da qualche bagnarola fuori Mergellina. Venivano tutti consegnati a Filomena in modo che vedesse cosa succedeva alle carni tenere una volta avvicinatesi troppo, che l’agnello non …

continua... Commenti disabilitati su Maruzze III

Filomena stendeva i panni, ritirava i panni, puliva le scale, faceva la spesa, lavava i vetri arrampicata su una sedia, toglieva le tende per pulirle. Metteva tanto ordine che quando uno abbassava gli occhi dal soffitto alto finemente stuccato ritrovava …

continua... Commenti disabilitati su Maruzze II

La casa di Clelia era una tipica casa napoletana: soffitti altissimi, cornici di stucco e finestre alte, secche e fonde che stendere i panni era sempre un tentato suicidio. La signora che veniva a fare le pulizie si chiamava Filomena …