Categorie Autori

Autore: Nadia TerranovaPagina 1 di 2

Nadia Terranova, messinese, vive a Roma. Per i tipi di Fernandel nel 2011 ha pubblicato il romanzo collettivo Il cavedio con Francesca Bonafini, Mascia Di Marco, Patrizia Rinaldi. Ha ideato e curato l’antologia-ricettario Scrittori in cucina (Jar, 2010), e pubblicato racconti in riviste come Linus e Fili d’Aquilone e in antologie fra cui Babbo Natale è strunz (80144edizioni, 2010) e Quote rosa (Fernandel, 2007).
Per ragazzi ha scritto Caro diario ti scrivo, Sonda, 2011, (menzione Nisida-Roberto Dinacci nel Premio Elsa Morante Ragazzi 2011); il prossimo libro uscirà con Orecchio Acerbo a gennaio 2012. Scrive anche per il teatro. Ha lavorato come editor, traduttrice e redattrice per agenzie letterarie e case editrici; ha ideato e curato un laboratorio di scrittura per bambini; nell’anno scolastico 2011/2012 lavora con i ragazzi dell’Istituto Penale Minorile di Nisida nell’ambito del progetto “Nisida come parco letterario” coordinato da Maria Franco. Fa parte del gruppo di provocatori letterari “I libri in testa”. Per SettePerUno ha scritto il racconto Promemoria per proseguire.

A spasso con Daisy

«Un vecchio negro e una vecchia ebrea vanno a spasso insieme: adesso le ho viste proprio tutte»: è un agente di polizia a sintetizzare in una battuta questo filmaccio adorabile. A spasso con Daisy è la storia di un’amicizia, quella …

Fiore di cactus

Avete presente la foto della vostra ultima sbronza pubblica? La sera in cui per dimostrare che non siete fighe di legno avete deciso di lasciar risvegliare dall’alcol un giustamente sopito talento per il ballo? La sera in cui avete battuto …

An education

Il mondo è pieno di citazioni di Bellissima. Da Britney a Michael Jackson, in un crescendo di genitorialità più o meno crudele, più o meno frustrata da un passato da div* mancat* con conseguenti aspettative riversate sulla prole,

Posti in piedi in paradiso

Si accomodino in sala, c’è il nuovo film di MuccinoVerdoneVirzì prodotto dalla Vodafone Entertainment con logo in vista e un parco attori imprevedibile: Favino che interpreta Favino, la Romanoff la se stessa velina dieci anni dopo e siccome mancava …

Borotalco

Ci innamoriamo di balle. Sempre, a qualsiasi età. Ci innamoriamo di marinai, di grandi figli di puttana, di puttane ottimiste e di sinistra, di busoni, di qualcuno qualsiasi da guardare negli occhi per dirgli, e fargli dire, un’altra bugia.

[non …

CaveTour: Nadia Terranova

Questa storia inizia a Napoli col caldo di giugno e non finisce a Milano fra la neve di febbraio.

È la storia di un libro scritto da quattro ragazze di città diverse e vite diverse che nel 2011 è stato …

Shame

Shame è un grande film. Innanzitutto perché è girato da dio, che per l’occasione si è incarnato in un videoartista il quale però ha studiato anche da regista, ovvero non ci propina una versione stiracchiata di un suo cortometraggio ma …

Lost in translation

Bob, Charlotte, il bar di un albergo, un po’ di whiskey, un po’ di solitudine, un po’ di alienazione. Il migliore dei film di Sofia Coppola rimane per me questo racconto costruito attorno a un’unica verità: la costruzione …

Elizabethtown

Un giorno, nell’universo femminile, è apparsa quella scena in cui Orlando Bloom dice a Kirsten Dunst: “ti meriti qualcuno che ti dica: non riesco a immaginare un mondo senza di te”. Lo pensa, certo, ma sta anche improvvisando: la …

Via col vento

Diffidate di chi viene a mettere in ordine, ammoniva qualcuno; diffidate di chi non mangia Nutella, tuonava qualcun altro. Io diffido di quelli che non hanno mai visto Via col vento.

Innanzitutto voglio sapere come hanno trascorso tutte le …

Nadia Terranova

CATTIVERIA D’AMMMORE

C’è l’amore cieco, c’è il mal d’amore, c’è la stranizza d’amuri. Esiste perfino, dicono, la felicità dell’amore.
Ciò di cui posso parlarvi io è la cattiveria d’ammmore. Tale singolare forma di ghigno subentra a sorpresa tra l’horror vacui …

Street of Cocodriles

Un uomo chiuso in una sala fruga dentro una scatola finché non ne estrae una bambola-manichino. Il manichino prende vita, si guarda intorno, comincia a esplorare il mondo, la vita, le cose attorno a lui. È muto e desolato, è …

L’era legale

Napoli 2020: niente camorra, niente spazzatura, regnano la legalità, la pace e i caschi sui motorini. Merito del sindaco Nicolino Amore, che finalmente ha cacciato dalla città i demoni della malavita. Ma chi è veramente il grande uomo riuscito …

Una vita difficile

Confesso. Avrei voluto essere Elena, che fa sempre la scelta giusta d’amore e di convenienza: donna incantevole che crede quando c’è da credere e molla quando c’è da mollare. Confesso. Invidio la misteriosa grazia di chi sa farsi i propri …

In arte Lilia Silvi

Diva dei telefoni bianchi (girava solo due film l’anno, “come Greta Garbo”), ragazza-terremoto dalla mimica innata, partner di Amedeo Nazzari in sei pellicole di successo, pupilla di Sergio Amidei, paragonata a Deanna Durbin e a Shirley Temple, nata …

A piedi nudi nel parco

A piedi nudi nel parco (Barefoot in the Park) è il film preferito di tutti quelli che l’hanno visto. Non solo di soggetti come me, che hanno una predilezione per i film con una coppia in locandina, per …

È ricca la sposo e l’ammazzo

Vacanze dicembrine, tempo di film scaricati e sparati sotto la coperta sul divano, vegetando a telefono spento per ridurre al minimo i contatti sociali (c’è un po’ di Scrooge in tutti noi, in me ce n’è molto). Dunque, la mia …

Midnight in Paris

Midnight in Paris è la miglior fiaba di Natale che si possa raccontare a uno scrittore. O a un redattore, o a un giornalista, o a qualsiasi editorial-tizio. Perché tutti noi produttori di carabattole a forma di parole sogniamo Ernest …

Pretty Woman

Oggi parleremo di Pretty Woman, intanto perché lo conosciamo a memoria ed evitando di raccontare la trama posso risparmiare sulle battute, poi perché sintetizza un concetto semplice quanto sconosciuto ai più: certo che puoi innamorarti della persona sbagliata, a …

Big Fish

La prima immagine in cui si imbatte chiunque metta piede a casa mia è una enorme locandina di Big Fish. Il motivo di una simile dichiarazione di intenti, al di là di un innegabile debole per Ewan McGregor, …