La storia di Bruno, il bambino che imparò a volare è ispirata alla vita di Bruno Schulz, scrittore e disegnatore ebreo di origine polacca, vittima prima delle leggi razziali che lo confinano nel ghetto e poi di un ufficiale …

continua... Commenti disabilitati su Bruno, il bambino che imparò a volare

Un meraviglioso declino è un titolo che mi fa pensare a due cose: le stelle cadenti e i fuochi d’artificio. Pensateci. Le stelle che cadono e i fuochi che esplodono danno spettacolo nel momento in cui stanno per esaurirsi. Nel …

continua... Commenti disabilitati su Un meraviglioso declino, ovvero perdere gravità

«Ho sviluppato tutta una filosofia sull’idea dello spreco come male e della creazione come bene» ha detto. «Finché si crea si fa del bene. Si commette peccato solo quando si spreca il proprio potenziale». Mi sembrava una scemenza […] così

continua... Commenti disabilitati su E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche

Dopo essere scesi in strada a ballare, dopo aver pregato urlando, dopo aver viaggiato coi finestrini aperti e l’aria calda a fingere tempesta, dopo le attese e le uscite di casa a notte fonda nella speranza di tornare adolescenti, dopo …

continua... Commenti disabilitati su Maria

Quest’estate non sarà diversa, e nemmeno io sarò diversa. Ascolterò sempre la stessa canzone, la porterò in spiaggia, la sdraierò al tuo fianco, ti chiederò di ascoltarla mentre una bambina urlerà alla mamma di non toglierle il costume perché ormai …

Settanta acrilico trenta lana di Viola Di GradoLeeds è una città che non vuole fiorire. Ricoperta di neve tutto l’anno, dove il tempo s’inceppa, si arresta e torna indietro. Quando è l’ora che arrivi la primavera, la primavera smette di arrivare.

Leeds è una città dove la …

continua... Commenti disabilitati su Settanta acrilico trenta lana

Io non l’ho mai indossata una maglietta degli AC/DC, e non ho mai portato un ciondolo di Snoopy appeso al collo, e non ho mai avuto i capelli rossi e Palomar per me era solo il titolo di un libro.…

continua... Commenti disabilitati su Nick Alice Jane e il primo amore

I giovani d’oggi, i giovani d’oggi. I giovani d’oggi si commuovono se durante un concerto un matto da sotto il palco si mette a fare le bolle di sapone. Succede sabato 15 gennaio, al Circolo degli Artisti a Roma, mentre …

continua... Commenti disabilitati su Giovani Perturbati

Il giorno in cui è uscito La vita oscena io sono rimasta a casa. Non mi sono precipitata in libreria a comprarlo, anche se avrei voluto. Sono stata al mio posto, gli ho fatto spazio. Mi sembrava un gesto rispettoso, …

continua... Commenti disabilitati su Sentivo mancarmi sempre di più (cit.)

Andavi sulla cima del mare a febbraio, in aperto inverno, con un cappotto lungo e un maglione come si usava una volta, con le righe diagonali e scure. Sopra la tua faccia soffiava il vento, e apriva strade in mezzo …

continua... Commenti disabilitati su #21 Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo

Avevo letto una volta che se di un racconto puoi dire: “Il tema di questo racconto è la guerra” o la depressione economica, o la segregazione razziale, o la mafia, allora forse non è un racconto quello che stai leggendo. …

continua... Commenti disabilitati su La vita che s’asciuca è come pietra

Ingredienti per 4 persone:

300 gr di cous cous precotto

1 peperone

1 melanzana

2 zucchine

2 pomodori

Olio, sale, pepe

Cominciamo subito col dire che il cous cous precotto è una volgarità per gli amanti della cucina tradizionale. Ma …

continua... Commenti disabilitati su Cous cous alle verdure (for dummies)

Mi avevano detto in molti che Mi chiedo quando ti mancherò era un libro meraviglioso (e in effetti lo è), però nessuno mi aveva mai detto che Faith è da restare senza fiato.

Faith è una raccolta di quindici racconti. …

continua... Commenti disabilitati su I quindici volti di Amanda Davis

L’urlo e il furore è la storia dei Compson, una famiglia americana negli anni della Depressione. La loro voce è sapientemente scandita in quattro tempi.

Primo: è il sette aprile 1928 e lui è Benjy, ha trentatré anni e un …

• un libro: L’ospite, Elisa Biagini (2004).

Perché sono poesie che scavano le ossa anche se cerchi di impedirlo.

• un film: Happy family, Gabriele Salvatores (2010).

Se vi piace raccontare le storie e vi piacciono quelli che …

continua... Commenti disabilitati su Consigli setteperunici: Maria

L’editoriale di questo mese è una storia. In questa storia c’è un uomo con gli occhi verdi e le spalle dritte. Si alza ogni mattina alle cinque, mangia un uovo sodo, si pettina i capelli davanti allo specchio, mette il …

«Breve racconto: un uomo si sveglia al mattino e scopre di essersi trasformato nei propri plantari». Che vuol dire?  Probabilmente niente.

Se non amate Woody Allen non leggete questo libro. Rischiate di ritrovare la stessa ironia caustica dei suoi film. …

Quando Lorenzo si trasferisce a Roma per prendere il diploma ha ventun anni e una Vespa. Il liceo è uno di quelli privati dove paghi, fai tre anni in uno e hai il famigerato pezzo di carta. Per mantenersi nella …

Impasto:

250 gr di farina

250 gr di zucchero

75 gr di cacao

continua... Commenti disabilitati su Quel Moretto lì

500 gr di farina

75 gr di burro

150 gr di zucchero

2 uova

1 bustina di vanillina

continua... Commenti disabilitati su Una corona su dieci
Top