Categorie Autori

Autore: Luigi Loi

Luigi Loi nacque a Cagliari nel marzo del 1983. Lì praticò l’aerosol art assieme al collettivo VDC. Imparò a suonare la batteria esibendosi col complessino rock/punk Headscissor. Lavorò come elettricista, applicatore di pellicole termoisolanti e nel frattempo si laureò stupidamente in Lettere e Filosofia con una tesi dal titolo Musica e identità giovanile. Visse tre anni a Roma, dove studiò alla Sapienza: una delle esperienze più inutili e mortificanti della sua breve vita. Scrisse per Lesflaneurs.it e il Serale.it. Amava gli animali e tra questi i suoi preferiti: gli uomini, una razza in estinzione. Fumava quasi venti sigarette al giorno, era biondo, basso ed estremamente magro. Diventandolo ancora di più ha semplicemente smesso di esistere: una valida alternativa agli aspetti mondani della vita.

Janas | Quarta parte

Quando il sabato pomeriggio cammino sul piazzale della chiesa tutti si tolgono il cappello dalla testa e mi salutano. E sapete perché? Perché il prete è la persona più importante del paese. Più del sindaco, più del farmacista, più del …

Janas | Terza parte

Quanti bouquet di crisantemi, garofani, tulipani, ortensie, papaveri e ceri rossi, tanti da illuminare un aeroporto. Fiori che sfioriranno in una settimana quando tutto tornerà alla consueta fragilità che ben mi ricorda questo cimitero dove dorme mia madre. Con il …

Janas | Seconda parte

Quando alla fine mia suocera è morta di vecchiaia mi sono trovato a pensare meglio tardi che mai. Evidentemente mi stavo rassegnando al fatto che prima o poi mi avrebbe seppellito lei. E invece no. L’ho seppellita io. Che …

Janas | Prima parte

Mia nonna quando ero bambino mi cantava una filastrocca che aveva il dono prodigioso di farmi addormentare all’istante: Custu est su porcu, custu dd’ha mottu, custu d’adi abruschiau, custu si dd’at papau, e  custu a nau