Dalla terrazza, in testa ai nove piani di un palazzo di case che forse furono popolari e invece adesso erano semplicemente occupate, cercavo una visione all’altezza, in un tramonto romano oltre la tangenziale, la ferrovia, le cupole, i condomini, la …

L’altro giorno ripassavo da piazza Bologna. A piazza Bologna c’è una panchina che è la prima panchina dove mi sdraiai disperato, ma davvero disperato, in una notte romana, mi ero trasferito da poco. A piazza Bologna, in una di quelle …

Mentre rimango imbottigliato nel traffico di Roma e rimugino sulle mie incertezze esistenziali non so come sentirmi. Non so cosa spunterà alle mie spalle. Prima avrei potuto percepire l’arrivo di un qualche vigile albertosordiano dall’aria sbruffona, apposta per chiedermi se …

Mi sembra di avvistare in giro un revival del futurismo, sarà per via di quel famoso accidente per cui ormai, signora mia, il futuro non è più quello di una volta. Personalmente preferisco non coltivare nostalgie per il passato, figuriamoci …