Categorie Autori

Autore: Gael Moscarà

è nato venticinque anni fa in Sicilia.
Quando aveva nove anni parlava due lingue e aveva tutti lodevole a scuola, non riusciva a divertirsi alla festa di carnevale della classe, così chiamò sua madre e si fece venire a prendere. Cinque minuti dopo scappò di casa e tornò a scuola per divertirsi alla festa, ma non lo fecero entrare.
Questo forse spiega perché negli anni successivi: ha disegnato tanto, ha comprato una chitarra e l'ha venduta un mese dopo, ha studiato semiotica a Bologna, si è innamorato, ha telefonato, si è fatto regalare una nuova
chitarra, ha scritto racconti, ha aperto siti, blog, con qualche difficoltà anche porte di casa, ha dormito un sacco, è arrivato in ritardo svariate volte, si è innamorato, ha detto bugie e perso aerei un numero di volte che si scrive a due cifre - non necessariamente in quest'ordine.
O forse non lo spiega, ma è bene sapere che quel giorno di carnevale era vestito da Ispettore Gadget. Adesso vive e lavora a Milano.

Questo il gioco #4

Quando la musica finisce voi siete raccolti sul prato ma seduti su bianche sedie di plastica perfetta, qui adesso che il mondo che avremo comincia. Siete crollati di colpo, ma non vi ho seguito, io ero in un posto diverso, …

Questo il gioco #3

Un giorno di primavera che il sole era alto nel mezzo di un cielo senza nuvole, una piede si avvicinò a una scarpa che stava riposando ai piedi di un letto.

– Buongiorno, no, buonasera signorina! – disse il piede, …

Questo il gioco #2

C’è ancora silenzio e soltanto del vento sull’erba che muove le ombre di noi sulle sedie. Mentre, tu sai che adesso non c’è nessun vuoto a cui manchi, tu sai che non c’è nessun posto che aspetta il tuo corpo …

Questo il gioco #1

Quando la musica comincia noi siamo raccolti sul prato e racchiusi da pareti verdi d’edera perfetta, che copre tutto, lì dove il mondo che abbiamo finisce. Ci alziamo di scatto, mi muovo e vi seguo, sono queste le regole del …