Autore: Federica Silvi

Non ama chiamarsi per nome – perdonatela, è che le suona proprio male, questo nome, così tanto che da bambina sognava di cambiarlo. Con uno straniero, magari. O con meno sillabe. Certo, non Sue Ellen o Tiffany, capiamoci.
Costei, insomma, nasce nell’estate dell’ottantasette alla periferia della periferia dell’Impero. Trascorre i successivi ventiquattro anni a dispensare sarcasmo non richiesto, a disimparare quel che le insegnano a scuola, e a cercare di farsi prendere sul serio nonostante sia opinione comune che, di anni, ne dimostra sedici. O poco più.

Da grande, se mai lo diventerà, vorrebbe fare l’editor. E la scrittrice. E la fotografa. E la pasticciera. Sì, tutto assieme.
Ama i libri, il cibo, la musica e i gatti, in nessun ordine particolare ma comunque più degli esseri umani. Della maggior parte, almeno.
Se gli dei del cielo le accordassero tre utopie, sceglierebbe di scrivere un romanzo come si deve, quadruplicare il fabbisogno calorico giornaliero e tornare indietro nel tempo in modo da poter rinascere dieci anni prima (avete idea di quanti concerti persi?).
In breve, è davvero, davvero una brutta persona. Ma chi l’ha detto che bisogna voler bene soltanto ai buoni?

Muffin bicolori

L’ambientazione, prima di tutto: vi invito a pensare a piovose e grigiomarroni distese di campi nell’estremo nordest, levatacce alle sei e mezza della mattina per prendere la corriera delle sette e venticinque per andare a scuola e un paesino sperduto …

Semifreddo con crema di cioccolato

Per preparare questo dolce ci sono voluti:

– 50 grammi di zucchero
– 2 uova
– 40g di farina
– 25g di cacao in polvere
– 4 cucchiai di caffè nero
– 2 cucchiai di Amaretto Di Saronno
– 600ml

Federica

Cos’ascolti quando finisce l’estate?

Quando comincia a far buio presto, e alle sei si intravede già il tramonto. Quando cammini lungo una strada di campagna deserta, l’aria fresca e l’umidità pungente sulla pelle, domandandoti se ci sarà una prossima volta, …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – ottava parte

Tempo di bilanci

Sono partita ormai undici mesi fa, euforica e spaesata e impaziente di scoprire cosa mi avrebbe riservato l’anno a venire; ricordo che sentivo, in un modo confuso e non troppo ben definito, che Londra avrebbe potuto essere …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – settima parte

Casa dolce casa

Ho sempre sognato di vivere da sola. Avere un monolocale tutto per me, uno spazio in cui esercitare la mia mania dell’ordine senza che nessuno mi guardi con sospetto – e magari, un giorno, tenere un bel …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – sesta parte

Un’altra specie che è piuttosto facile incontrare qui, nella Bizzarra Britannia, è il Vecchietto da Pub. Di età media piuttosto avanzata, occupazione ignota e aspetto variamente trasandato, il Vecchietto ribadisce, giorno dopo giorno, la sua personale interpretazione del senso della …

Cartoline di un’estate fa

Agosto. Un pontile sul lago alle sette della sera, acqua un po’meno azzurra e chiara del dovuto, e gli ultimi raggi di un sole caldo che più caldo non si può.

Calma. Pace. Giocare coi sassi, la beatitudine di non …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – quinta parte

Estate

Estate è una parola grossa, qui a Londra.

Quest’inverno il mio più grande motivo d’orgoglio nei confronti di amici e parenti giù al paesello è stato il fatto che, per quanto freddo facesse, almeno non pioveva. Credevo che …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – quarta parte

Il lamento del frigorifero

Prima che partissi, le battute si sprecavano. Tutte variazioni sullo stesso tema: quanto ci avrei messo a morire intossicata dalla cucina inglese, o a scappare a gambe levate a casa di mammà implorando un pasto decente? …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – terza parte

Cinque cose che odio di Lei:

La burocrazia. Pensavo che non potesse esserci nulla di peggio di certi odiosi iter puramente italiani, ma mi sbagliavo: non avevo ancora provato ad aprire un conto in banca inglese. Qui nulla …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – seconda parte

Cinque cose che amo di Lei:

L’atmosfera. Molti anni fa, qualcuno mi ha chiesto come mai ci tenessi così tanto ad andare a vivere in una grande città. “È quella sensazione”, ho risposto, “il conforto di poter camminare …

Londra, sempre Londra, fortissimamente Londra – prima parte

Bestiario metropolitano

Londra può insegnarti tanto, anche se credi di aver già capito tutto. Ti sorprende in positivo e in negativo; ti fa piangere di dolore e poi ti fa divertire con un nonnulla. Ti insegna che la vita è …