Categorie Autori

Autore: Asi Claypool

Nasce da padre emiliano e madre sicula una fredda notte d’inverno. Il primo brano che ascolta pochi minuti dopo la venuta al mondo è il Live in Tokio dei Deep Purple, erroneamente confuso con una musicassetta di Mozart. A due anni si esibisce nel suo primo saggio di danza. A cinque inizia a suonare il pianoforte. Passa una convulsa adolescenza masticando tutti i libri di Brizzi. Seguono gli anni di groviera del mondo universitario dove si fa conoscere in forum e siti studenteschi con il nome di Asi Claypool. Vive in provincia, ha un cane bianco (Lucky), un gatto nero (Penthotal) e due tartarughe (Rigor e Livor Mortis). Odia la cannella e le persone indolenti. Ama guidare, strimpellare il suo basso, viaggiare, osservare le persone, soffrire di allucinazioni mentali uditive e visive. Le piace giocare con la punteggiatura e gli spazi del foglio. Ama le fiabe dal finale triste e i racconti malinconici.

Di lei il fratello dice: “È una rompiballe”.

La madre: “Non fa nulla a casa!”.

Il padre: “L’ho fatta studiare troppo!”.

L’ex fidanzato: “Ha tentato di uccidermi”.

La nonna: “Avrei preferito che facesse medicina per curarmi gli acciacchi! Ma dato che non l’ha fatto… che almeno si sposi un dottore!”.

Antologia dei giorni infelici #4

(un giorno qualunque)

Margaret si svegliò. Aprì gli occhi. La sveglia sul comodino lampeggiava le 7.11. Giovedì mattina. Dall’altra stanza Welby, la sua coinquilina, parlava al telefono in francese perfetto, con una delicata erre pronunciata con eccessiva affettazione. Margaret scese …

Antologia dei giorni infelici #3

Amo i tuoi occhi.

Lo so è passata meno di un’ora ma li amo.

E non ho bisogno di chiedermi come. Non ho bisogno di chiedermi perché.

Amo i tuoi occhi. E questo mi basta.

Sono appena tornata a casa …

Antologia dei giorni infelici #2

Questa stanza è un sacrario.

Deposta lì nel mezzo, inchiodata ad un letto con le lenzuola sfatte, sta la tua assenza.

Questa stanza è un sudario. È il cimitero dei nostri baci. Dei nostri corpi nudi. Dei nostri silenzi.

Ti …

Antologia dei giorni infelici #1

Caro amore mio,

quando aprirai gli occhi non ci sarò. Non ci sarò e non ci sarà più niente se non le briciole sul tavolo di quello che resta della nostra cena. Se non i cocci dei piatti rotti sul …