Categorie Autori

Autore: Alessandro Oliviero

Mi chiamo Alessandro Oliviero, ho 24 anni. Per IBS ho scritto le recensioni dell'ultimo romanzo di Stephen King, La Biografia di Steve Jobs, la <i<Terza Rivoluzione Industriale di Jeremy Rifkin etc... leggete le recensioni, ma non comprate i libri. Sono stato: ghostwriter, bartender, aiuto elettricista, ragazzo delle pizze, commesso, articolista per blog, webcamboy, cameraman, segretario in un ufficio. Dico 'sono stato' perché io non faccio, divento. Leggo Robert E. Howard, Lovecraft, James Frazer, Eliade Mircea, Pietro Dossena, Stephen King, Ray Bradbury e scriverò il libro Conan Vs Harry Potter in cui alla fine il maghetto viene tranciato in due dall'acciaio del barbaro, che dopo aver rapito Ermione e Luna, le renderà regine di Aquilonia. Mi piacciono le foglie, le armi non letali, i funghi di tutti i tipi e gli anfibi in genere. Sono anche carino. Grasso esiste davvero, anche il gatto. E il Sacerdote si trova davvero nel cassetto della biancheria.

Il Sacerdote | Quarta parte

La mia pancia si stava gonfiando e la diarrea mescolava all’interno delle viscere le cotolette e il salame che avevo mangiato la sera precedente, pestando e tritando e rendendo il cibo una poltiglia di frattaglie densa e scura. Era il …

Il Sacerdote | Terza parte

-In quella casa ogni porta che si apre serve solo ad aprire un’altra porta- 
Era parte dell’addestramento. Semplice no? Ci ho impiegato ottocentoventiquattro ore per capirlo.

Ma Grasso si era fermato e aveva cominciato a ridere, mentre il Sacerdote si …

Il Sacerdote | Seconda parte

Ottocentoventiquattro ore per ritrovarmi con un gatto che mi strappava la carne dai piedi e lui che mi passava la lingua sul collo, con un movimento erotico e circolare. Urlai. Grasso si contrasse in preda a un’eccitazione estrema. Si ritirò …

Il Sacerdote | Prima parte

Bum. Questo è il rumore che fanno le scarpe di Grasso quando cadono sul pavimento. Siamo entrati e lui mi ha offerto un caffè, indicandomi una piccola macchinetta nera che dalla forma sembrava l’ampia e orribile testa di un alieno. …