Il taccuino di Noemi #37

- 25 Maggio 2012

Ora che splende un po’ di sole in quasi tutta Italia, anche il taccuino di oggi apre le finestre e si affaccia sul panorama offerto dal magico, mistico, proverbiale mondo dell’editoria internazionale!

1) Ti racconto il mio prossimo libro.  Questo festival letterario di nome Anteprime ha del geniale. In linea perfetta con la sempre maggiore vicinanza dell’autore con i suoi lettori, il concetto esce dalla rete e si trasforma in appuntamenti in carne e ossa. Il 23 maggio è uscito il programma di questa serie di incontri in cui mega scrittori raccontano al pubblico il cantiere della propria scrittura. Qui tutte le info utili.

2) Black Box. La Egan-mania (nel senso di Jennifer) non sembra conoscere battute d’arresto. Devo dire che sono rimasta incantata da questa cosa qui. Il New Yorker ospita un progetto che è quanto meno degno di nota. Il tempo è un gentiluomo col cilindro ;)

3) Scuola senza scuola. Forse, se avete per caso letto qualche altra puntata di questo taccuino, si sarà capita la mia ammirazione per Topipittori. Non saprei come altro chiamare questa curiosità che mi coglie periodicamente di perdermi nei suoi post meravigliosi. Oggi ho scoperto questo progetto. La “scuola senza scuola” è una di quelle idee che ti fanno desiderare all’istante di tornare seienne!

Sul mio comodino, Elizabeth Strout, Resta con me, Fazi. E un caffè con dolcini sardi.

 

Commenti chiusi.