Poporoya

- 29 Aprile 2012

Se vi trovate a Milano e non siete mai stati a Tokyo (oppure ci siete stati e ne avete nostalgia nostalgia canaglia) e avete voglia di mangiare un sushi da perdere i sensi, datemi retta, recatevi in Via Eustachi. Al civico 17 c’è una bottega di alimentari grande come uno sgabuzzino che può passare facilmente inosservata (fate attenzione, il luogo in questione non è il ristorante ‘cool’ tutto sfavillante che sta di fronte, non state sbagliando, va tutto bene).

Dietro il registratore di cassa davanti a qualche scaffale colmo di delizie d’oltreoceano potrete accedere magicamente ad un luogo davvero insolito e sentirvi trasportati come d’incanto, in un altro continente. Dietro un bancone di legno e carta di riso c’è infatti un vero cuoco giapponese (sembra Marrabbio) che si chiama Shiro e che ha studiato l’arte del sushi ad Osaka. Shiro cucina chino sul piano di lavoro con una bandana arrotolata in capo e dalle sue mani benedette escono a raffica chirashi, tempura, sashimi, maki ed altre strepitose pietanze di carne e pesce e zuppe da diventare pazzi. (Il servizio è velocissimo, si prenota in cassa e si porta via oppure si aspetta che si liberi un posto).

Da Shiro si palesa una realtà, quella del sushi bar, insolita per l’avventore italiano. Impossibile farvi una cena di compleanno, i tempi frenetici e i posti a sedere non lo permettono, portateci quindi solo vostro migliore amico, la mamma o la vostra dolce metà (ma non aspettatevi intimità, finirete sicuramente appiccicati ad altri due estranei) e godetevi in santa pace, insieme al piatto che avete scelto, la compagnia ed il piccolo fremito di piacere che il posto di nicchia offre.

Avete in mente la scena del film Manhattan con Woody Allen sdraiato sul divano a registrare su nastro le cose per cui vale davvero la pena di vivere? Ecco per me tra i film svedesi, Frank Sinatra, Marlon Brando e quelle incredibili mele e pere dipinte da Cézanne ci devono stare pure gli uramaki di Shiro.

Poporoya
via Eustachi 17
Milano 

 

2 commenti su “Poporoya

  1. 1

    Grande! Non vedo l’ora di provare e avere una nuova ragione di vita!!! Thanks for sharing!

  2. 2

    Lo diventerà, credimi!

    Silvia