Il taccuino di Noemi #32

- 20 Aprile 2012

In questo gelo primaverile: quali promesse, quali progetti, quali idee, quali sogni si sprigionano dal cuore dell’incantevole mondo editoriale di oggi? Vediamo un po’ insieme :)

1) Giornata mondiale del libro. Finalmente, tra tutte le giornate mondiali del mondo, lunedì 23 ricorrerà anche la Giornata mondiale del libro e dei diritti d’autore. Con il patrocinio dell’UNESCO, questa iniziativa si propone di promuovere la lettura e di proteggere la proprietà intellettuale. Tutti buoni motivi per celebrare!

2) Precari sì, ma non certo scrittori! Ultimamente ho scoperto loro. Anche se sono attivi da un bel po’. Si chiamano Scrittori precari. In un’epoca in cui tutto è precarissimo, perché, dopo tutto, non dovrebbero esserlo anche gli scrittori? In questi anni “sacrificati sull’altare della flessibilità” ahimé, loro però cercano di rimettere al centro la scrittura e la lettura pubblica anche come forma di impegno civile.

3) Museo della scuola? Detto così pare brutto, per quanto in piena linea con i tempi che corrono. Tuttavia, a Torino esiste un vero e prestigioso (e curioso) Museo dedicato proprio alla scuola elementare tra Otto e Novecento e al libro per l’infanzia. Qui le informazioni e i percorsi. Ci sono anche una Biblioteca e un archivio. Molto bella la sala salgariana, nata nel 2007.

Sul mio comodino: Elsa Morante, La Storia, Einaudi. E un caffè triplo.

 

4 commenti su “Il taccuino di Noemi #32

  1. 1

    Ed eccomi al mio immancabile appuntamento del venerdì. Grazie come sempre per i preziosi consigli. Ho letto una bellissima recensione di Carola Susani al libro della Morante e forse forse lo rimetto sul comodino anch’io, visto che è immerso nel ricordo nebuloso delle letture adolescenziali.

  2. 2

    @tempoxme: grazie per i tuoi commenti sempre preziosi :) sì, anche io l’avevo letto con grande attenzione nell’adolescenza, oggi riassume significati nuovi!

  3. 3

    Noemi hai un bellissimo libro sul tuo comodino. Io, leggendolo, per la prima volta mi sono commossa al punto di piangere. Non mi era mai capitato prima.

  4. 4

    @Amisaba: capisco… :) grazie per il commento!!