Parole da adottare e da buttare: Giulio Passerini

- 14 Marzo 2012

Che parola vuoi adottare?

L’uso meridionale di verbi intransitivi come uscire, entrare, salire, scendere. Perché la birra uscita dal frigo ha tutto un altro sapore e le valige salite per le scale tutto un altro peso, è giusto che finalmente si sappia.

Che parola vuoi buttare?

Twitteri, anche nella spiritosa variante Tuitteri. Mi fa lo stesso effetto di zuzzerelloni ma un po’ più piccoli, vivaci, e storditi.

Giulio Passerini, collabora come ufficio stampa per Edizioni E/O.

 

2 commenti su “Parole da adottare e da buttare: Giulio Passerini

  1. 1

    Anche tu qui! Ma che bella cosa. Condivido l’adozione, spassionatamente. A Torino, poi, quando vi arrivai, si prendevano in giro i meridionali migranti facendo loro il verso: scendi il cane che lo piscio. Perciò si cominciò ad adottarlo. Ormai sono suo. (mica siamo padroni di quello che diciamo). Sui twitteri, va beh, sì, occhei.

  2. 2

    Ho una cara amica siciliana, dell’entroterra collinare della provincia di Messina. Dopo anni che la frequento mi suona ancora strano l’uso dei verbi, sorrido e mi assumo l’incapacità di dare altrettanto corpo alle mie azioni. L’intransitivo dipinge.