Il taccuino di Noemi #28

- 23 Marzo 2012

Ah, la primavera. Sbocciano di colpo i fiori colorati sui rami. Dall’oggi al domani, la natura si sveglia, il cielo brilla, il sole scalda. Ma il fatato e incantato mondo dell’editoria, come reagisce a tutto questo?

Uhm, vediamo un po’:

1) La città visibile. Ribaltando il titolo calviniano (Le città invisibili), è nato questo progetto di avvicinamento per salutare il 25° anniversario della nascita del Salone del Libro di Torino. Il 18 maggio 1988 s’inaugurava infatti la prima edizione di quello che sarebbe diventato poi uno degli appuntamenti annuali immancabili del mondo del libro. (Hem, tra parentesi, pure io c’ero, avevo quasi 8 anni e qualcuno all’ingresso mi aveva regalato una marionetta. Proposta agli organizzatori: regalare marionette a tutti i trentenni! Scherzo! :)). Per le info, qui.

2) Bye bye book? Eh? Sì, è il titolo di un interessante appuntamento di domani (per chi, come me, non ci sarà fisicamente, si può seguire l’hashtag su twitter #byebyebook). A Empoli, si parlerà di ebook, self-publishing e futuro dell’editoria. Argomenti caldi! Per le info, qui.

3) Topipittori. La Fiera di Bologna (dell’editoria per l’infanzia) è appena finita, ma è rimasto ancora molto da leggere su questo blog che ho scoperto meglio di recente. Lo trovo incantevole: se potete, dateci un’occhiata.

Sul mio comodino: sto finendo, ma un po’ al rallentatore, forse perché mi spiace separarmene, L’ultimo uomo nella torre di Aravind Adiga, e un cocktail alla frutta di primavera!

 

Commenti chiusi.