#37 Buon compleanno, figlio mio

- 1 Mar 2012

Tre anni fa c’erano queste chiacchiere senza senso che poi sono diventate scarabocchi e poi si sono trasformate in questo posto che per me è una scatola in cui infilare una mano ad occhi chiusi e pescare qualcosa di bello e nuovo ogni giorno. E Andrea che ha sempre fatto l’ingegnere razionale di fronte alle mie idee sconclusionate e quella volta no, ha detto facciamolo.

E adesso ci sei tu ed è cambiato tutto: i chilometri, le facce sconosciute che diventano amiche, la ricerca instancabile di nuove storie, le collaborazioni, le feste, le ispirazioni dell’ultimo momento.

Le idee che corrono più veloci delle dita sulla tastiera, quel lampo che attraversa gli occhi e li illumina ogni volta che capisci che quella storia e nessun altra deve essere pubblicata, la stanchezza sorridente dopo un evento. Senza di te tutto questo non esisterebbe.

Tra un lavoro traballante e l’altro, tra un treno e un autogrill, tra quello che non c’è e quello che vorrei ancora, ci sei tu a farmi da ossigeno. Tu e chi ha deciso di accompagnarmi in questa avventura, chi dal primo giorno e chi da una settimana fa.

E io che scuoto la testa ridendo ogni volta che mi chiedono se sei il mio vero lavoro e intanto penso alle mail di chi ci manda le prove di copertina del romanzo d’esordio e vuole un consiglio portafortuna, a chi, dopo un racconto, torna per farci leggere emozionato un manoscritto, ai progetti che diventano mostre, alle foto che vincono premi. E continuo a sorridere e penso che tutto questo è prezioso anche se non aiuta a pagarmi le bollette.

E vado in giro a parlare di te e metto i tacchi e mi emoziono che nemmeno alla laurea e arrossisco se ci fanno i complimenti e il mio preferito è quello di chi ci ha detto siete accoglienti e non ve la tirate. E la domanda che batte sempre tutti è quella dello scrittore pluripubblicato che ci ha chiesto ma siete un bar?.

Non so cosa vorresti tu per il tuo terzo compleanno. Io ti regalo la promessa che insieme faremo ancora più chilometri, inventeremo cose belle belle in modo assurdo e non smetteremo mai di fare merende interminabili.

Buon compleanno, SettePerUno.

Esprimi un desiderio.

 

12 commenti su “#37 Buon compleanno, figlio mio

  1. 1

    Tanti tanti auguri :) ti conosco da quando eri piccolo così, e non stavi fermo un attimo ;)

    Buon compleanno ragazzi!

    E comunque, “io un caffè, grazie”…

  2. 2

    Auguri, auguri, auguri … vi conosco da poco, ma mi avete conquistato in un attimo, come il sorriso di un bambino!

  3. 3

    brindo con una tazza di caffé. vi voglio bene ragazzi.

  4. 4

    Buon compleanno SettePerUno: non riesco ad aggiungere nient’altro, Valentina, ti abbraccio forte, mi hai commossa (in modo assurdo) :)

    (e mi aggiungo al brindisi di Ari :) :)

  5. 5

    Auguri SettePerUno e complimenti Valentina.
    Ciao

  6. 6

    La zia Pastina (un poco cecatiella) si aggiunge agli auguri fortifortiforti. Vi adoro.

  7. 7

    Buon compleanno a SettePerUno con l’augurio che cresciate ancora e sempre di più!

  8. 8

    Ah, quante cose in quel marzo. Ho una visione di un soggiorno, un tavolo e tante idee. Allora, che nome avete scelto? Setteperuno.
    E quella volta a San Lorenzo? Ciao, sono TFM

    Vi stimo ogni giorno di più, bravi.

  9. 9

    Auguri.

    Si, cresce bene il ragazzo ; continua così che ci si sta bene ; )

  10. 10

    Grazie a tutti per gli auguri, per il tifo e per l’affetto.

    Mi avete commossa. :)

  11. BiancoBi
    11

    Nella mia testa setteperuno è nato con un piatto di rigatoni alla Garbatella, voi due entusiasti e io che mi sentivo madrina di battesimo.
    Auguri, piccolo sito che guardo crescere.

  12. 12

    Buon compleanno!
    Tante cose sono cambiate nel frattempo, perfino splinder è caduto ma voi ci siete ancora, più belli che mai!
    Un megabbraccio e mi accodo ai brindisi precedenti, con prosecco però!