Il taccuino di Noemi #21

- 3 Febbraio 2012

Buongiorno! Come si sta nei vostri igloo? Avete staccato le stalagmiti dalle ciglia stamane? Oggi volevo incominciare ricordando la poetessa Wislawa Szymborska che ci ha lasciati il primo giorno di febbraio. Qualsiasi suo lavoro, se già non la conoscete, vi incanterà: qui per le edizioni Adelphi, ma anche, per fare solo un esempio, qui, per il suo Taccuino d’amore.

Ma cosa è successo nel ghiacciato mondo dell’editoria questa settimana?

1) IfBookThen: una giornata di studio sul suddetto ghiacciato mondo. Digitale, diritti, rapporto editore/lettore e molto, molto altro. Per info qui. Per chi non c’era, come me, è stato interessante seguire l’evento su Twitter, con l’hashtag #ibt12

2) Meno star, più book. Questo è il concetto espresso da Nick Barley a gran voce. Come chi è? Lui è il direttore del prestigioso Edimburgh book festival e la settimana scorsa ha reso noto il programma dell’edizione 2012: basta con le celebrities a tutti i costi, concentriamoci sui libri! Qui per maggiori informazioni.

3) #narrativa12. In settimana: due incontri mondadoriani a Milano e Roma aperti anche al mondo della rete per riflettere su editoria e nuovi media. (Organizzati dai gentili @gallizio e @mafedebaggis). La carne al fuoco è moltissima. Gli argomenti infiniti. Ma da qualche parte bisogna pur incominciare :)

Sul mio comodino:

Opinioni di un vagabondo, interviste a Charlie Chaplin, minimum fax. E una mega tazza di caffè.

 

Commenti chiusi.