This Is England

- 11 Novembre 2011

Quelli che dicono “non si esce vivi dagli anni 80”, e lo dicono con allegria, come se gli anni 80 fossero solo orecchini immensi e musica pop, dovrebbero, anzi devono, vedere This is England. Dopo, continueranno a dire “non si esce vivi dagli anni 80”, ma l’allegria sarà scomparsa.

In questo film ci sono un governo ottusamente conservatore, padri che muoiono in una guerra senza senso, licenziamenti e giovani senza lavoro, identità definite da una marca di scarpe, impotenza e sfiducia che diventano violenza indirizzata male – lo straniero che “ruba il lavoro”.

Questa è l’Italia, 2011? No, This is England, 1983.

Non abbiamo imparato niente dal passato? Forse qualcosa sì: per esempio, che i jeans con la piega sopra le Doc Martens non si possono guardare, altro che “quant’era simpatica e colorata la moda anni 80”!

Comunque, a parte il rischio depressione e il dubbio gusto stilistico (dubbio ma filologicamente corretto, mica come in Bus Palladium, che i protagonisti in teoria erano original giovani anni 80, ma in pratica sembravano gli Strokes), questo film dovrebbero vederlo tutti. Perché, nella sua bruttezza – i protagonisti sono brutti (e anche sporchi e cattivi), le case sono brutte, il tempo è brutto – è bellissimo. E gli attori sono bravissimi (ma gli attori inglesi sono sempre bravissimi, quindi che ve lo dico a fare?)

This Is England
Regia Shane Meadows
Anno 2006

 

Commenti chiusi.