mnemomatic | il frullatore di storie

- 15 Novembre 2011

Cosa vale la pena ricordare? Che forma possiamo dare alla memoria per farla perdurare? E come suscitare un interesse all’ascolto e alla partecipazione tra generazioni diverse?

Tropico del libro, SettePerUno e Circolo dei Lettori Fortebraccio proveranno a dare una risposta venerdì 2 dicembre con mnemomatic, un’insolita serata all’Hula Hoop Club, nel cuore del Pigneto a Roma. Punto di partenza, e di arrivo, la memoria. Poiché “la memoria è un’arte dal vivo”, l’evento ibriderà la narrazione orale alla sua rielaborazione scritta e interpretazione scenica.

Nel frullatore di storie saranno mescolati i seguenti ingredienti:

• una storia, la storia di Angela, abitante storica del Pigneto che all’inizio degli anni ’80 è stata protagonista dell’occupazione dei locali in cui adesso sorge un centro anziani;

• tre scrittori setteperunici che seguono la propria ispirazione e trasportano nel presente il senso di quanto Angelo ha raccontato;

• un fotografo setteperunico per bucare il tempo con i suoi scatti;

• un attore e un musicista per dare voce e suono a questo passaggio di testimone.

Ma visto che la memoria è di tutti chiunque può ascoltare la storia di Angela e comporre un racconto che raccolga la sfida di non far perdere la memoria. Maria Lo Conti, editor di SettePerUno, ne sceglierà uno che sarà messo in scena alla fine della serata.

Il racconto dovrà essere di massimo 8000 battute (spazi inclusi) ed essere inviato entro il 25 novembre a mnemomatic@gmail.com.

Per ascoltare la storia narrata da Angela, basta andare qui. Qui l’evento Facebook.

 

Commenti chiusi.