Cosa volete sentire | Reading a Ivrea

- 23 Novembre 2011

Un sabato sera qualsiasi ma con la febbre mi sono trascinata ad un evento culturale e giuro che volevo assistere al reading di Rossano Lo Mele, batterista del gruppo Perturbazione (che mi piacciono pure un casino e li ho visti in concerto un sacco di volte) il quale si è cimentato nella lettura del racconto contenuto nell’antologia Cosa volete sentire edita da minimum fax.

Cioè, è quello che mi hanno raccontato amici musici che erano lì ad assistervi, io ero al bancone del bar ad ordinare latte caldo e brandy e visto che il locale è piuttosto ampio ma open space e non avendo visto gruppetti di persone o banchetti di libri e dato che la hipster che mi ha servito al bancone non si è premurata di dirmi che l’evento si svolgeva in una saletta apposita, sono arrivata un po’ in ritardo. Non me ne vogliate.

Sono arrivata però in tempo per assistere ad un’appassionante spiegazione dei rapporti tra editori indipendenti di Martina Testa, direttore editoriale di minimum fax (e pasticcino): “C’è solidarietà tra di noi. Cerchiamo di collaborare per iniziative comuni e soprattutto di non pestarci i piedi. A volte capita che arrivino da noi autori che hanno già pubblicato con altre case editrici e noi gli chiediamo ‘ma siete sicuri?’. Cioè questo è un mondo dove si fa già tanta fatica per andare avanti, non possiamo farci la guerra anche tra di noi. Penso agli editori indipendenti piuttosto come a degli alleati, dei colleghi con cui ci si scambiano cortesie e ci si tratta con diplomazia.”

Dato che sono twitter-dipendente da pochi mesi e che ormai penso coi cancelletti, nel momento in cui ha pronunciato queste parole ho elaborato che l’hashtag di questa dichiarazione è #cosebelle. Ma non finisce qui. Già, perché a conclusione del suo intervento, insieme a Rossano ha lanciato un appello agli ospiti che io ho romanzato così (e quindi è diventato un appello anche mio): “Cercate librerie piccole e negozietti di dischi, comprate i libri delle piccole case editrici e i dischi delle etichette indipendenti”.

Cosa volete sentire
Compilation di racconti di cantautori italiani
a cura di Chiara Baffa
minimum fax

Racconti di Andrea Appino (Zen Circus), Vasco Brondi (Le luci della centrale elettrica), Dario Brunori (Brunori S.a.s.), Letizia Cesarini (Maria Antonietta), Max Collina (Offlaga disco pax), Fabio De Min (Non voglio che Clara), Antonio Di Martino (Dimartino), Titano Gulmanelli (Jang Senato), Simone Lenzi (Virginiana Miller) , Rossano Lo Mele (Perturbazione), Giuseppe Peveri (Dente), Alessandro Raina (Amor Fou), Peppe Voltarelli.

 

Commenti chiusi.