Categorie Autori

CiaoCiao Italia #2: la folle estate torontina

di



Eccomi qui, a Toronto. La quarta città più vivibile del mondo secondo non-ricordo-più-quale-classifica del 2010 (al primo posto c’era Vancouver, seguita da Melbourne e Sydney, o Sydney e Melbourne… comunque loro due).

Posso affermare che è un quarto posto davvero meritato. Ok, ok, pure qui ci sono delle cose di cui ci si potrebbe lamentare (e dove non ce ne sono?). Ma non voglio annoiarvi, almeno per ora.

Fortunatamente ho scelto il periodo migliore per spostarmi, la primavera/estate. A partire da maggio, non appena la temperatura inizia a salire a livelli accettabili (ovvero non serve più il giubbotto), la città letteralmente impazzisce. E io dico: per forza, questi “poverini” hanno poco più di 3 mesi di clima decente durante l’anno. Devono fare di tutto goderseli al meglio!

D’estate è davvero quasi impossibile annoiarsi, anzi spesso, con tutti gli eventi che ci sono in programma è quasi difficile decidere dove andare e cosa fare. Nella migliore delle ipotesi si finisce a correre in bicicletta, bus, tram o metro da una parte all’altra della città (che a seconda dei casi può voler dire dai 2 ai 20 km) per poter mettere la bandierina e dire “io c’ero”.

Se poi si è stanchi, a volte capita eh, ci si può anche rilassare. Le spiaggie sul lago Ontario nei pomeriggi soleggiati si riempiono di gente, aprono i cinema all’aperto, le sale da pranzo e i salotti si svuotano in favore dei pic-nic nei parchi o dei party in terrazzo (qui se non hai un terrazzo con un barbeque formato XXL non puoi considerarti parte della società) e l’odore di grigliate e altre cose forse un po’ meno legali pervade le strade.

Giusto per farvi un esempio, solo nel mese di giugno ci sono stati almeno cinque festival musicali con moltissime serate gratuite (NXNE, Luminato Festival, Waterfront Blues Festival, MuchMusic Video Awards e Toronto Jazz Festival, ma può darsi che mi sia perso qualcosa), il festival portoghese in Little Portugal, il festival italiano in Little Italy (che però erano più i kebabbari che i pizzaioli, ma vabbè…), il Festival della Francofonia per far contenti quelli del Quebec e un numero non ben precisato di altre feste, festine, festicciole, manifestazioni ed eventi vari per le strade cittadine.

Mmmmh, qualcuno sta pensado di trasferirsi qui?

Se l’idea che il Canada sia un posto freddo vi sta ancora frenando, provate a passare un’estate a Toronto e poi vediamo. L’altro giorno ho dovuto sopportare la bellezza di 35 gradi, che con il tasso di umitità nell’aria erano molto più simili ai 40!

(Foto di Stefano Ginella)

 

← Articolo precedente

Articolo successivo →

1 commento

  1. Maria Antonietta

    Sono stata a Toronto per 2 anni di fila, in tutto per 5 mesi. Concordo su tutto, è una città fantastica. Puntualmente ogni anno la voglia di ritornare è fortissima! (P.s. sei stata da Dairy Queen? il gelato è ottimo! :) Da provare anche la pizzeria “Da Marcello” non ricordo dov’è con precisione ma cmq nella downtown e una capatina a Niagara on the lake, un paesino fantastico a due passi dalle cascate)