Ricorda, niente donne e niente bambini.

- 8 Dicembre 2010

Un sicario italo-americano affezionato a una pianta in vaso ha poco a che spartire con una giovanissima ragazzina alla quale hanno appena annientato la famiglia. Eppure Luc Besson fa incontrare questi due personaggi (interpretati rispettivamente da Jean Reno e Natalie Portman) e ci regala una delle coppie più improbabili del cinema: alto goffo e semi-analfabeta Léon (guidato nel suo lavoro da una regola ferrea: niente donne e niente bambini), piccola decisa e affascinante Mathilda. La ragazzina scopre il mestiere di Léon e decide di voler imparare per poter un giorno vendicare il fratellino, l’unico membro della famiglia al quale era riuscita ad affezionarsi. Forse il punto più alto nella carriera di Luc Besson, Léon è un film à la Besson, appunto: due ore scandite da un ritmo sostenuto e da una sceneggiatura a volte prevedibile ma mai eccessivamente scontata. Io vi direi di preparare i popcorn, spegnere la luce e godervi il film, ne vale la pena.

Guarda una scena

Léon
Regia Luc Besson
Anno 1994

 

Commenti chiusi.