La prima cosa bella

- 6 Ottobre 2010

Valeria: “Almeno tu fossi diventato ricco e famoso.”
Bruno: “Invece povero e ignoto.”
Valeria: “Scemo…”
Bruno: “Nemmeno. Normale, che è peggio.”

Lo ammetto, mi bastano tre cose per amare un film: una bella colonna sonora, un’atmosfera d’altri tempi e la possibilità di aprire i rubinetti delle sacche lacrimali. Il consiglio di questa settimana è fresco di nomination agli Oscar nella categoria “Miglior film in lingua straniera”: La prima cosa bella, opera decima del regista livornese Paolo Virzì. Bruno è un infelice insegnante di lettere a Milano, dove si è rifugiato dopo una fuga da Livorno e da una madre che gli ha “rovinato la vita”. Ed è proprio attorno ad Anna, interpretata dal duo Micaela Ramazzotti/Stefania Sandrelli, che gira il carosello de La prima cosa bella: mamma affascinante e con il sorriso sulle labbra, mamma affettuosa che stritola d’amore le proprie creature, mamma che traghetta la propria vita con fortuna e determinazione fino alla malattia. Ed è lì che Bruno e la sorella Valeria si troveranno a fare i conti con questa figura materna così ingombrante nella propria irruenza affettiva ma in fondo così travolgente.

Guarda il trailer.

La prima cosa bella

Regia Paolo Virzì

Anno 2010

 

Commenti chiusi.