Geometrie troppo private per non volare

- 25 Settembre 2010

È delle città come dei sogni: tutto l’immaginabile può essere sognato

ma anche il sogno più inatteso è un rebus

che nasconde un desiderio oppure il suo rovescio, una paura.

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure,

anche se il filo del desiderio è segreto, le loro regole assurde,

le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra.

Italo Calvino, Le città invisibili

Lui è uno di quelli che celebra l’altitudine bevendo un rum invecchiato a 2.300 metri di quota.

Signore e signori, Olivo Barbieri.

Rigorosamente dall’alto e solo sopra le città, tanta adrenalina e un numero imprecisato di scatti al secondo.

Mondi plastici improvvisamente immobili e accessibili. Tutti possono vederle, le città. Tutti possono viverle. Pochi riescono ad abbracciarle.

Ecco, lui ci riesce e mentre tu ti accontenti di immaginare come possa essere quell’obelisco visto dall’alto a sinistra, lui è già lì che ti restituisce l’angolo più nascosto, la prospettiva a misura di sogno, la visione al volo.

Lui ha deciso di volare per non lasciarsi sfuggire niente e per darci la possibilità di fare altrettanto, con il rischio di sconvolgere tutte le nostre architetture interiori.

È un po’come decidere di salire sulla testa del proprio compagno/a e restare lì in equilibrio a cercare di scoprire tutto quello che ci sfugge. Le conseguenze? Si può cadere e ci si può far male, si può decidere di restare e continuare ad amare oppure spaventarsi, andar via e non tornare.

Se potessi curare una sua mostra, la organizzerei nel punto più alto e nel punto più basso di una città. Sceglierei solo le foto che scarta, metà le lascerei volare e metà cadere. Alla fine, inviterei i presenti a sedersi per bere un drink e a guardarsi senza poter parlare.

Non preoccupatevi, non vi obbligo ad aspettare insieme a me il momento per celebrarlo nel più inverosimile dei modi possibili. Vi suggerisco anzi di andare entro il 27 settembre al Museo Madre di Napoli, ultima tappa di A Different Altitude, un progetto che nasce dall’incontro dell’artista con il rum Zacapa.

 

Commenti chiusi.