Da settembre ci si aspetta sempre che succedano cose.

Smetterla di mangiare panini con la porchetta alle tre di notte e perdere finalmente quei cinque chili di troppo, cambiare pettinatura, imparare il cinese, smettere di fumare, fare gli origami, provare le lenti a contatto blu.

Quando andavo a scuola compravo ogni anno un diario nuovo e quelle pagine vuote erano rassicuranti, piene di promesse. Settembre era una pagina bianca, ogni anno.

Adesso lo considero come Capodanno e faccio liste di buoni propositi sperando che funzionino, stavolta. Quest’anno sono ottimista, sì.

Tutto sta nel trovare l’energia per ripartire, smettendola di sbirciare l’abbronzatura che sbiadisce. È il momento più difficile, il primo settembre.

A noi di SettePerUno piace l’idea di accompagnare il tuo nuovo inizio con nuove storie, sai?

Abbiamo cercato di preparare un mese più bello e più ricco del solito. Speriamo ti piaccia.

Le sorprese, poi. Se solo potessi raccontartele adesso…

Posso svelartene solo una: Gianluca Morozzi ha accettato di essere setteperunizzato e ha scritto per noi un racconto inedito divertendosi a seguire le regole di un particolare gioco. L’abbiamo conosciuto a Bologna e abbiamo riso un sacco ascoltando l’incipit del suo prossimo romanzo.

Non sarà l’unico ospite di settembre, ti avverto.

Storie, sorprese, rubriche, musica.

Non ti sembra di sentirti già meglio?