#19 Tristezza, per favore vai via

- 1 Settembre 2010

Da settembre ci si aspetta sempre che succedano cose.

Smetterla di mangiare panini con la porchetta alle tre di notte e perdere finalmente quei cinque chili di troppo, cambiare pettinatura, imparare il cinese, smettere di fumare, fare gli origami, provare le lenti a contatto blu.

Quando andavo a scuola compravo ogni anno un diario nuovo e quelle pagine vuote erano rassicuranti, piene di promesse. Settembre era una pagina bianca, ogni anno.

Adesso lo considero come Capodanno e faccio liste di buoni propositi sperando che funzionino, stavolta. Quest’anno sono ottimista, sì.

Tutto sta nel trovare l’energia per ripartire, smettendola di sbirciare l’abbronzatura che sbiadisce. È il momento più difficile, il primo settembre.

A noi di SettePerUno piace l’idea di accompagnare il tuo nuovo inizio con nuove storie, sai?

Abbiamo cercato di preparare un mese più bello e più ricco del solito. Speriamo ti piaccia.

Le sorprese, poi. Se solo potessi raccontartele adesso…

Posso svelartene solo una: Gianluca Morozzi ha accettato di essere setteperunizzato e ha scritto per noi un racconto inedito divertendosi a seguire le regole di un particolare gioco. L’abbiamo conosciuto a Bologna e abbiamo riso un sacco ascoltando l’incipit del suo prossimo romanzo.

Non sarà l’unico ospite di settembre, ti avverto.

Storie, sorprese, rubriche, musica.

Non ti sembra di sentirti già meglio?

 

Un comment su “#19 Tristezza, per favore vai via

  1. 1

    sì, mi sento un po’ meglio
    (il problema del 1° settembre, comunque, sono le telefonate, ti uccidono, tutte insieme, una dopo l’altra…uhhhhh madooonna!!)