…ospite Cevì e i pupi

Sabato 27 Marzo 2010
Younite Cafè
Viale Bligny 42 – Milano
Happy Hour con Buffet dalle 19 alle 23
Dj Set by Gomez (Encoder Kommando/Keepon Rec.)

La mostra rimarrà allestita fino al 5 Aprile 2010
orari: Lunedì – Venerdì: 08.00 – 02.00 (orario continuato)
Sabato: 18.00 – 02.00 – Domenica: Chiuso

Le foto di Elena non esistono. Sono la proiezione del mondo come vorremmo che fosse, sono il sogno di una realtà così piena da incurvarsi sotto il suo stesso peso. Talvolta ci capita di distrarci dalla serietà della nostra vita quotidiana, e di prendere congedo per qualche istante dal vuoto della noia; mentre girovaghiamo nel labirinto di ciò che il destino avrebbe voluto da noi, possono allora riverberare fuochi d’artificio di colori e incantesimi di follia, che scambiamo per immagini. Ma non dobbiamo cedere all’illusione: le promesse del diavoletto del dedalo non sono reali. Elena incornicia queste apparenze in una folgorazione di luce che non ha estensione, se non nella nostra mente. Infatti quello che vediamo è pura intensità, il gioco di ciò che rende unico un individuo con una forza tale da inarcare l’universo, come se lo guardassimo attraverso un grandangolo. Non importa, in fondo, se l’autenticità che fissiamo sia quella di qualcun altro: ragazze che volteggiano sull’altalena delle idee, fanciulle che ticchettano con i loro ingranaggi, anime che si sciolgono nel dialogo infinito dei libri, menti intrappolate dal chiasmo dei sensi. La fedeltà alla legge interiore è il dono più sublime che si possa prodigare, anche quando non ci appartiene: basta che baleni alla luce, trafitta dal raggio che si imprime sulla lente – e già trepidiamo folli di euforia. (Paolo Bottazzini)