Categorie Autori

la punteggiatura non aiuta a scrivere semmai aiuta a farci leggere 4

di



il giovane Gancia è uno che per lavoro fa quello che gli dicono di fare così va a prendere la tempera e Mastrellari ancora non ha capito quando il giovane Gancia comincia a spalmarlo con una pennellessa intrisa di blu sui vestiti e Mastrellari è ancora un po’ interdetto ma guarda speranzoso Filecchia e questo guarda Gancia due minuti poi dice

ma che cazzo fai coglione sulla pelle nuda non sui vestiti lo devi spalmare così Gancia si ferma e aspetta che qualcuno dica qualcosa ma nessuno dice nulla così Mastrellari mestamente ha capito che nessuno dirà nulla così si spoglia tutto e chiede

anche le mutande

si dice Peppuccio

e fa e poi Gancia dagli e dagli e dagli di pennellessa e Mastrellari diventa blu poi l’aiuto regista chiama il suo assistente quindi assistente alla regia che porta la bici e lui Mastrellari la sta per inforcare quando invece il regista dice

no no che la vernice è fresca

così Mastrellari comincia a camminare sulla collina e mentre cammina il povero Mastrellari vediamo tramite il punto di vista della macchina  per fare riprese durature su celluloide che la collina è molto verde Mastrellari molto blu mentre raggiunge Sergio Raul e l’uomo grigio e Mastrellari dice

scusa Raul tutto risolto il tuo pugnale per favore grazie e Raul gli da il pugnale e Mastrellari dice

Sergio tienilo

tengo chi fa Sergio

tiene me domanda a questo punto l’uomo grigionudo che non boccheggia più ha recuperato l’aria e le forze

si lui dice l’aiuto regista e mentre dice così lo zoom si allontana e torna un bel campolunghissimo e vediamo questo omino colorato di blu questo omino colorato di grigio questo omino colorato di Sergio e questo omino colorato di Raul

ed ecco che blocchiamo l’audibilità dei quattro omini a molte leghe di distanza

l’omino blu si avvicina all’omino grigio tenuto dall’omino Sergio e lo accoltella nell’addome più volte poi appena quello smette di vibrare e singultare l’omino blu prende l’omino grigio e lo fa rotolare dalla collina ma dalla parte che non si vede insomma non verso la macchina per fare riprese durature su celluloide la quale ora ci mostra un uomo che zompetta mestamente che è blu e nudo dalla testa ai piè ma con un lieve accento di rossore sulle gote dovuto dal saltellare continuativo e un uomo seduto su un calcareo scranno

se dici qualcosa ti spacco il culo te lo giuro sulla madonna sentiremmo dire l’omino blu all’omino seduto se solo ora potessimo sbloccare l’audibilità dei due omini

l’omino seduto impaurito non ribatterebbe

ma ora silenzio

motore

ciak

e

azione

 

← Articolo precedente

Articolo successivo →

1 commento

  1. In effetti stavolta la punteggiatura avrebbe aiutato… :D ma devo dire che questa serie è un capolavoro surrealista :) grande Mastrellari!