Categorie Autori

febbraio

di



– non ho mai capito niente e tu non hai mai capito e basta
– l’ikea ha vanificato la mia volontà di abitare sola
– ma siamo in 3
– i dischi di occhialone-nerdoso-dente al magnolia fanno ballare solo noi 2
– sono assolutamente valentina la clementina
– hai voluto raccogliere ogni coccio tremante del mio cuore dopo averlo visto cadere giù dal quarto piano in via porro lambertenghi 28
– hanno tentato di scolorinare il cox 18
– pete doherty loves cox 18
– mentre ascoltiamo il paese è reale cuciniamo cibi ingrassanti che subitamente smaltiamo sul materasso in lattice e sulle scale sporche e nei bagni degli arci della nostra nebbiosa Lombardia
– abbiamo fatto la pace col tuo passato e abbiamo preso libri sui templari
– ogni fottuta notte ricalchi il perimetro della mia schiena e del mio culo e delle mie gambe finché mi ritrovo la testa sul comodino e i bicchieri rotti sul pavimento
– ogni fottuta mattina suona la mia sveglia e non ti svegli e mi alzo e ti scado il bagno e preparo la colazione e tu sai solo accendere la radio che di nome fa popolare
– mi baci le arterie di un amore che è dannato dal principio e che mi soffoca con cuscini formato fru
– non so camminare con te al mio fianco, io ti vedo continuamente fluttuare come le porte scorrevoli della mia università che vedo pochissimo ora perché sei martino che corre in bicicletta sulla neve e io cado a terra di faccia come alex
– visioniamo collettivi di animali e colonne sonore di telefilm in location rolling stone
– i massimo volume in via ollearo dalla prima fila
– scambi di sciarpe provenienti dalla fiera di Senigallia nei sabati mattina con poco sole e molto sonno negli occhi
– ho smesso di rispondere ai richiami di una vita normale
– dalla mia bocca che è diventata la tua che è sempre stata la mia escono parole come Istanbul e tallin e nuova york e tua laurea
– dentro me c’è una guerra in corso e io so che non ci sono armi di distruzione di massa e nonostante sia preventiva miete quotidianamente vittime
– non riesco comunque a smettere di provare tempeste ormonali e matrimoniali quando mi fermo a sospirare guardandoti

Nelle altre puntate

 

← Articolo precedente

Articolo successivo →

1 commento

  1. mi piace come mi fai fare il giro di milano a braccetto con te (con voi).
    la frase che mi porto via di quest’elenco è quella sulle sciarpe.