cronache dal parabrezza 04

una cosa che non c’è più, in quattro lettere mai spedite

4. non è per sempre

***

Gentile Signora XXXXXXX,

come da nostri accordi telefonici, le trasmetto via fax copia del componimento di suo figlio XXXXX affinché anche Lei possa valutarne i contenuti prima del nostro incontro di domani.

Rimango a Sua completa disposizione per qualsiasi chiarimento e mi è gradita l’occasione per porgerLe i miei più cordiali saluti,

Prof. XXXXX XXXXXXXXX XX XXXX,

Vicepreside

***

TEMA: RACCONTA QUELLO CHE VEDI

IO LA MATTINA QUANDO MI SVEGLIO VEDO LA MIA FAMIGLIA.

DI FAMIGLIA CE NE HO UNA COME TUTTI. CI SIAMO IO CON MAMMA E MARTINA E LO ZIO GIOVANNI. POI C’E’ ANCHE IL MIO CANE SIMON CHE. E POI HO ANCHE IL PAPA’ CHE PERÒ HO VISTO SOLO NELLE FOTO PERCHE E’ PARTITO TANTO TEMPO FA.

IL MIO PREFERITO DELLA MIA FAMIGLIA E’ IL MIO CANE SIMON CHE ABBIAMO PRESO QUANDO ERA CUCCIOLO NEL CANILE E ADESSO VIVE CON NOI A CASA. LUI MI FA RIDERE PERCHE ABBAIA SEMPRE QUANDO PASSA QUALCUNO SOTTO LA FINESTRA. QUANDO ABBAIA DI NOTTE PERÒ NON MI FA RIDERE, MI FA SVEGLIARE. PERÒ ALLA FINE LO PERDONO PERCHE E’ IL MIO CANE E LA MAMMA DICE CHE QUANDO CIÒ UNO HA UN CANE DEVE PERDONARLO SEMPRE PERCHE NON SÀ LE REGOLE DEGLI ESSERI UMANI.

INVECE LA MIAMAMMA HA I CAPELLI LUNGHI E UN PO’ GRIGI E NERI E QUASI SOPRA GLI OCCHI. PERÒ LA PARTE CHE PREFERISCO DI LEI E’ LA SUA BOCCA MORBIDA PERCHE MI BACIA LA MATTINA QUANDO MI SVEGLIA PER VENIRE A SCUOLA E AL POMERIGGIO QUANDO TORNO A CASA. ANCHE LO ZIO GIOVANNI DICE CHE LA MAMMA HA LE LABBRA PIÙ MORBIDE DEL MONDO.

A ME LA MAMMA SEMBRA UNA MAMMA MOLTO FELICE E QUANDO LE CHIEDO PERCHE E’ FELICE MI DICE CHE E’ FELICE PERCHE HA ME E MARTINA E LO ZIO GIOVANNI E ALLORA SONO FELICE ANCHE IO. E INFATTI LA MAMMA CANTA SEMPRE PRESEMPIO QUANDO CUCINA. E QUALCHE SERE METTE LA GONNA CORTA PERCHE DICE CHE VA A BALLARE. PERÒ NON LA HO MAI VISTA BALLARE.

PAP LO ZIO GIOVANNI E’ UNPÒ GRASSO E HA LE MANI PELOSE COME QUELLE DI UN ORSO PERÒ DI UN ORSO BUONO. DI LAVORO HA L’EDICOLA E MI PORTA LE FIGURINE DEI CALCIATORI ANCHE SE A ME IL CALCIO MI FA SC NON MI PIACE MA NON HO MAI IL CORAGGIO DI DIRLO ALLO ZIO GIOVANNI PERCHE INVECE A LUI GLI PIACE.

LA COSA CHE NON MI PIACE DELLO ZIO ZIO GIOVANNI E’ CHE FUMA TANTE SIGARETTE E ALLORA HA LA BOCCA CHE PUZZA.

PERÒ A PARTE QUESTO GLI VOGLIO BENE E NON CAPISCO PERCHE NON POSSO CHIAMARLO PAPA’ CHE MI TRATTA COME SE E’ DAVVERO IL MIO PAPA. E INFATTI IO DI NASCOSTO LO CHIAMO PAPA E LUI NON SI ARRABBIA MA DICE CHE DEVE ESSERE IL NOSTRO SEGRETO. QUINDI SPERO CHE SE LO SCRIVO QUI NON LO LEGGE NESSUNO.

LA MIA SORELLA MARTINA E’ PIU GRANDE DI ME E FA LA PRIMA MEDIA. HA I CAPELLI BIONDI E L’APPARECCHIO SUI NEI DEI DENTI. STA SEMPRE CON LA SUA AMICA CHIARA A GUARDARE I CANTANTI SUI GIORNALINI E LITIGANO PERCHE VOGLIONO SPOSARE LO STESSO CANTANTE E SECONDO ME SONO SCEME.

LA MARTINA SPESSO E’ TRISTE. E POI SI ARRABBIA TANTO CON ME. UNA VOLTA MI HA ROTTO UN’UNGHIA PERCHE CON PIETRO ED ENRICO ABBIAMO STRAPPATO LA FOTO DI MARTINA E PAPA’ CHE LEI HA VICINO IL SUO LETTO. QUELLA VOLTA LA MAMMA LÀ MESSA IN CASTIGO ALLORA LEI HA DETTO ALLA MAMMA DELLE COSE BRUTTE E ALLORA LO ZIO GIOVANNI LE HA DATO UNO SCHIAFFO SULL’APPARECCHIO CHE LE E’ USCITO TANTISSIMO SANGUE E NON SMETTEVA PIÙ DI PIANGERE.

LA MARTINA HA AGIUSTATO LA FOTO CON LO SCOC E LÀ RIMESSA SUL MURO MA A ME MI SEMBRA CHE E’ ESAGERATA PER QUELLA FOTO. PERO DEVO DIRE CHE NELLA FOTO IL PAPA’ SEMBRA UN SIGNORE SIMPATICO E HA UN SORRISO MOLTO BIANCO. E UN PÒ MI DISPIACE NON CONOSCERLO E NON VEDERLO PERÒ NON SO SE MI MANCA PERCHE NON ME LO RICORDO. QUANDO CHIEDO ALLA MAMMA LE COSE SUL PAPA LEI SBUFFA E NON MI RISPONDE E ALLORA NON LE CHIEDO MAI PIU. LA MARTINA DICE CHE IN QUELLA FOTOGRAFIA PAPA E’ BELLO COME HELVIS MA IO NON SO CHI E’ HELVIS, PENSO CHE E’ UN SUO AMICO DELLA PRIMA MEDIA CHE E’ INAMORATO DI LEI COMUNQUE. O COMUNQUE FORSE E UN CANTANTE.

LA MARTINA CRED DICE CHE PAPA’ NON C’E’ PIU PECHE E’ PARTITO PER UN VIAGGIO FORSE A LONDRA MA CHE UN GIORNO TORNERA E QUINDI LEI LO ASPETTA TUTTE LE SERE, PERO LA MAMMA SI INC ARRABIA E LE DICE DI NON ASPETTARLO E ANCHE LO ZIO GIOVANNI MI HA DETTO IN SEGRETO CHE INVECE PAPA NON TORNA E CHE LO DEVO DIMENTICARE PERCHE ADESSO E’ LUI IL NOSTRO PAPA’. PERÒ SE IO LO DICO ALLA MARTINA LEI MI TIRA I PUGNI. LEI SI ARRABBIA ANCHE SE DICO CHE VOGLIO BENE ALLO ZIO GIOVANNI MA IO LO VOGLIO CHIAMARE PAPA’ PERO’

IO PENSO CHE CHE SE PAPA GLI VUOLE BENE DEVE TORNARE, ANZI NON DOVEVA PARTIRE. E SE NON TORNA FORSE NON ERA UN BRAVO PAPA’ E SI VERGOGNA.

PERO QUALCHE SERA MI SIEDO SULLE SCALE VICINO ALLA MARTINA E ASPETTO CON LEI CHE TORNA PAPA E LEI SI ALZA OGNI VOLTA CHE SENTE UNA MACCHINA PERCHE PENSA CHE E LUI MA NON E’ MAI LUI E ALLORA LEI DIVENTA SUBITO TRISTE E QUALCHE VOLTA PIANGE DI NASCOSTO MA IO LA GUARD VEDO E ALLORA LA ABBBRACCIO E LE DICO CHE PRIMA O POI PAPA’ TORNA

PERO VERAMENTE NON LO SO SE LUI TORNA.

INSOMMA QUOESTA E LA MIA FA-MIGLIA E COMUNQUE IO SONO MOLTO FELICE. E VOLEVO ANCHE DIRE CHE DA GRANDE VOGLIO FARE IL STRA TRASFORMERS O IL DOMATORE DI CANI. MA ANCHE L’EDICOLA VA BENE.

PAOLO S., 2B

***

per *g*.

    ***

     

    ← Articolo precedente

    Articolo successivo →

    6 commenti

    1. Fantastico.
      Grazie per queste quattro, incredibile, settimane.

    2. Eccezionale davvero… :)

    3. non ho capito perchè Giovanni è zio….
      la descrizione è bellissima, e il bimbo pure
      grazie!

    4. dai vai con la quinta, la sesta, fanne un libro grande, denso, vero, puro.
      Io sarò il primo a comprarlo.

    5. Io sono davvero, sinceramente, profondamente, indescrivibilmente, pazzescamente orgogliosa di te.
      Sei bravo, ma tanto che non si può dire.

    6. Sono senza parole… Mi hai fatto piangere… Hai scritto altre cose oltre a questa???